Informativa

Cresima per Giovani e Adulti nel Giubileo

Cresima per Giovani e Adulti: Frutto del Giubileo della Misericordia

“Ci sono momenti nei quali in modo ancora più forte siamo chiamati a tenere fisso lo sguardo sulla misericordia per diventare noi stessi segno efficace dell’agire del Padre. È per questo che ho indetto un Giubileo straordinario della misericordia come tempo favorevole per la Chiesa, perché renda più forte ed efficace la testimonianza dei credenti”.
Papa Francesco scrive nella bolla di indizione Misericordiae Vultus

Ci avviciniamo alla conclusione di quest’anno del Giubileo Straordinario della MISERICORDIA, che ci ha permessi di approfondire il significato della Misericordia, meditando le opere corporale e spirituali della Misericordia, e di riscoprire il Sacramento della Riconciliazione. L’abbiamo vissuto in tanti modi sia personalmente sia come comunità attraverso le varie celebrazioni dell’apertura e dell’attraversamento delle Porte Sante, che ci hanno consentito di lucrare dei benefici delle indulgenze.

La nostra comunità di Galleno, Pinete e Querce si è impegnata a recitare la preghiera per il Giubileo, invocando la Beata Vergine Maria, Madre della Misericordia, alla fine delle messe domenicali, e come frutto di questa preghiera è nata una proposta che vuole essere un piccolo segno di avvicinamento e di riconciliazione.

La nostra comunità organizza un percorso di preparazione intensiva per la Cresima rivolto ai giovani e agli adulti. Il percorso consiste in 12 incontri di catechesi tutti i Venerdì, ore 21:15 nella Chiesa di Galleno, a partire da Venerdì 23 Settembre 2016, e la celebrazione del Sacramento è prevista per la Solennità dell’Immacolata Concezione l’8 dicembre 2016 al Santuario di Querce. Per ulteriori informazioni, si prega contattare il parroco, don Udoji al 3332215015 – sanpietroapostolo@gmail.com

Questi incontri si presentano come una preziosa occasione per scoprire e riscoprire il volto misericordioso di un Dio-Padre che ama i suoi creature-figli; e vuole riavvicinare i partecipanti alla fede cristiana come uno stile di vita che nasce dal incontro con il Cristo di Dio, Gesù di Nazareth.

Dunque, invito tutti i confratelli parroci e fedeli ad accogliere questa proposta come frutto della Misericordia e a diffonderla nelle proprie parrocchie e tra i vicini e lontani. È un gesto di riconciliazione, una mano tesa in amicizia, con fede, ai fratelli e sorelle che a causa di qualche esperienza incompresa, spesso non voluta, si sono allontanati dalla Chiesa oppure che semplicemente hanno interrotto la partecipazione alla vita della Chiesa, anche senza nessuna motivazione meditata. Invochiamo l’intercessione di Maria Madre della Misericordia, e ci affidiamo alla Divina Misericordia. La pace e la gioia del Signore sia la nostra forza.

Don Udoji

Autore: don Udoji

Condividi questo articolo su

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.