Informativa

La Quaresima spiegata ai nostri bambini

Una catechista risponde…

Semplificando al massimo, ma senza banalizzare, possiamo definirlo come quel periodo di penitenza di 40 giorni in cui i Cristiani si preparano all’arrivo della Pasqua attraverso il digiuno, la preghiera, e il compimento di opere di carità al fine di purificarsi dai peccati e di riconciliarsi con Dio.

Il digiuno è non mangiare la cioccolata quando più ne sentiamo il desiderio… è rifuggire da ciò che più ci piace, siano essi giochi, cartoni animati, e divertimenti di vario genere, così riusciamo ad sentire di più la presenza di Dio.

La preghiera, invece, è ciò che di più intimo ci lega a Dio, ed è necessario che sia più frequente ed intensa durante la Quaresima in quanto costituisce il modo più diretto per rapportarci con Lui.

Infine, ma non per importanza, le opere di carità si esplicano in tutti quegli atti che ci rendono più predisposti ad aiutare con amore e fraternità il prossimo.

E tu come risponderesti?

Autore: Parrocchie delle Cerbaie

Condividi questo articolo su

2 Commenti

  1. La Quaresima è un tempo di quaranta giorni, che comincia il Mercoledì delle Ceneri e si conclude la sera del Giovedì Santo prima della Messa, durante i quali noi cristiani siamo chiamati a camminare dietro Gesù, pregando, ascoltando la Sua Parola, mettendola in pratica e portandola agli altri.
    Questo cammino ci prepara alla Pasqua del Signore.
    In questi 40 giorni che ci preparano alla Pasqua:
    liberiamoci di una cattiva abitudine;
    facciamo una rinuncia aiutando chi è nel bisogno;
    compiamo ogni giorno ciò che è buono e bello per noi e per Dio;
    ogni mattina iniziamo la giornata con una preghiera;
    la sera facciamo un buon esame di coscienza e chiediamo allo Spirito Santo che ci illumini per scoprire le nostre mancanze di amore per poter diventare santi come vuole nostro Signore.
    In questo cammino, chiediamo aiuto alla Vergine Maria, Madre di Dio e Madre
    nostra. Come Ella ha accompagnato Gesù fin sotto la croce, di certo, ci accompagnerà in ogni istante di questo cammino se glielo chiediamo con animo generoso e sincero e questo tempo di grazia diventerà un vero cammino dietro Cristo che ha vinto la tentazione ed ha
    fatto, fino all’ ultimo istante della Sua vita, la volontà del Padre.
    Preghiamo per le nostre famiglie e per le famiglie del mondo intero affinché
    prendano coscienza che Gesù è la nostra vita.
    Ci ama, ci protegge, ci cura, ci nutre, ci custodisce, ci fa crescere forti, ci libera dai vizi, ci trasmette le sue sante virtù, ci dona gioia, speranza, sollievo, aiuto e conforto.
    Accostiamoci spesso e con fede ai sacramenti di salvezza e questo cammino
    diventerà l’inizio dei giorni ma non dovrà concludersi a Pasqua perché se amiamo Gesù, di certo, non lo abbonderemo mai.
    Senza di Lui non possiamo fare nulla.

    Pubblica una risposta
    • Grazie infinite per il tuo contributo … lo trovo molto utile per il nostro scopo, cioè quello di riuscire con parole ed immagini semplici, a spiegare ai nostri bambini, il significato del tempo della QUARESIMA e delle sue pratiche religiose di preghiera, digiuno e della carità. grazie ancora per il tuo prezioso contributo e ti auguro BUONA QUARESIMA E BUONA PASQUA.
      – don udoji

      Pubblica una risposta

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *